22 febbraio 2008

Nanotecnologie

Questa è la nanoriproduzione di un'immagine del sole del XVI secolo, per la precisione di Robert Fludd. E' stata ottenuta con ventimila nanoparticelle d'oro. Avendoci lavorato per qualche tempo, so che in IBM si nasconde una vena di geniale follia, purtuttavia mi piacerebbe davvero sapere chi ha avuto l'idea, per illustrare le possibilità della nanostampa, di usare un'immagine alchemica.

Temo di essere diventata nanofeticista.

5 commenti:

maus ha detto...

"nanofeticista"

come la sozio, la yespica, la brambilla, ecc.?

ipazia ha detto...

.mau.: la prossima volta che vengo a milano pagherai per questo commento! :-)

.mau. ha detto...

dicono tutte così :-P

maus ha detto...

è la miopia che la frega...

andrea1979 ha detto...

Ma le nanotecnologie sono quelle di silvio?!

ciao

www.progettosparta.splinder.com