24 gennaio 2007

idea

Ci sono giornate che scorrono tra telefonate, controllo di bozze di inviti, sapienti calibrazioni tra scelte di caratteri (arial o times new roman? e verdana?) e di ordini gerarchici (il preside di facoltà lo mettiamo prima o dopo l'ospite illustre nella tavola rotonda?), telefonate (ma perchè hai invitato X? non sai che è allievo [maestro, cognato, amante] di Y? no, no hai fatto malissimo.
Insomma, mentre cercavo vanamente di districarmi in questa corsa a ostacoli mi è venuta un'idea geniale: un videogioco accademico.
Dalla scelta della facoltà all'ambito traguardo finale: la cattedra. Passando attraverso una serie di prove e di battaglie. Ho già steso la sceneggiatura, se mi legge qualcuno che lavora in una azienda di videogiochi deve solo mandare un commento (tanto lo modero e non lo faccio passare, lo leggo solo io) con tutti i riferimenti, mail, nome, numero di telefono.
Sono assolutamente convinta che sarebbe un successo strepitoso. Rubandolo a un vecchio - e bellissimo, e impietoso, e realistico - film italiano ho financo il titolo: La cattedra.
Per altro, ho già pronto anche il sequel. Chi finisce vincendo la cattedra può cimentarsi ne La cattedra 2, battendosi per far fare carriera accademica al peggiore dei suoi allievi.

1 commento:

Uriel ha detto...

Invece di "la cattedra", ti propongo di chiamarli "Chiarissima Fantasy", che fa piu' RPG.

Uriel