08 gennaio 2007

Cartesio e il sonno

Cartesio ha sempre dormito fino a tardi la mattina, o almeno se ne stava a letto - anche se sveglio - a lungo.
La cosa era per lui così essenziale che ottenne, privilegio inaudito, di dormire fino a tardi anche nel severissimo collegio dei gesuiti di La Fleche.
E' morto probabilmente di polmonite, ma non è un caso che sia morto in Svezia, dove era costretto ad alzarsi alle cinque di mattina perchè quello era l'unico momento in cui la regina poteva assistere alle sue lezioni.
Mi sono ricordata della morte di Cartesio stamattina alle sei, quando la sveglia mi strappato brutalmente dal sonno.
Perchè oggi o studiavo dalle sei alle dieci o niente. E studiare Cartesio devo, in questi giorni.
Ma sono certa che lui per primo non è contento di essere stato la causa di un prematuro risveglio.
Almeno mi è parso del tutto comprensibile come si possa morire se ti svegliano troppo presto.

7 commenti:

lucia ha detto...

grazie per questo alibi. Che nessuno osi più chiamarmi pelandrona quando rimango a poltrire nel letto! Cartesiana! Chiamatemi cartesiana!

Anonimo ha detto...

Ipa, tu non sai che enorme verita' hai detto! :-D
Come mi capita, purtroppo, da due anni e mezzo ormai, un lunedi' si e uno no, stamane alle 4 e mezza ho dovuto levarmi dal letto per andare in quel di Milano .....
Mi spiace, ma alzarsi alle sei e' NULLA in confronto. :-(
Sapessi quanto sono invecchiato in questi 2 anni e 1/2 !!! almeno 10 anni!
E pensare che, sigh, per anni, sob, sono stato capace di non alzarmi dal letto prima delle 14.00 il sabato e la domenica e per essere in ufficio alle 8.30 non mi alzavo prima delle 8,15 :-D !!!!!! ed incredibilmente mi sentivo bene e giovane a scapito di tutti quelli (moglie compresa) che mi tacciavano di nullafacente per via di questa mia abitudine ...........

Joe

P.S. qualche settimana fa ho litigato con la moglie che ha avuto il coraggio di svegliarmi alle 15.00 mentre ero a Milano !
Ecchecaz.. pure a Milano scassa la minch.. ????
Uno di questi giorni divorzio ;-)

maus ha detto...

per fare lezione alla regina non si svegliava presto: andava a dormire tardi.

Uriel ha detto...

Quiesco ergo sum.

letturalenta ha detto...

Sempre detto che le svedesi sono pericolosissime.

Palmiro Pangloss ha detto...

Filosoficamente propendo per altri albionici lidi, ma sospetto che quelli si svegliassero - al contrario di me - prestissimo. Quindi: Que viva Cartesio!

Luca Tassinari ha detto...

e poi, diciamolo, 'sto Cartesio tiratardi è molto più simpatico del Proust che per lungo tempo si coricava presto la sera, vizio deprecabilissimo.