17 luglio 2008

Una modesta proposta

Ma se la prossima volta, sperando che sia molto, molto, molto presto, invece di andare a votare estraessimo a sorte tra i cittadini italiani maggiorenni iscritti nelle liste elettorali tutti i deputati, tutti i senatori, tutti i presidenti di regione, di provincia e tutti i sindaci e i consigli comunali delle città con più di cinquantamila abitanti, in numero pari uomini e donne?

E Brunetta? quale diavolo l'ha punto? Oppure visto il livello di analisi politica possiamo supporre che sia stato cornificato da un dipendente della pubblica amministrazione?

9 commenti:

Palmiro Pangloss ha detto...

Perche' "in numero pari uomini e donne"??

ipazia ha detto...

anche dispari. purchè siano 50 e 50 :-)

Anonimo ha detto...

Gli ateniesi facevano così e dominavano i mari e hanno imposto il loro pensiero ai secoli. O viceversa. Comunque un'altra buona proposta secondo me è la seguente: un deputato manca a più di un quinto delle sedute? fuori. Dice vaccate tipo "Il Csm è una chiavica"? fuori. Fa le corna in un summit internazionale? fuori. Etc. Oldenburg

maus ha detto...

io domando...

in base alle "pari opportunità" e alla proprietà transitiva, posso diventare sottosegretario facendo un cunnilingus alla carfagna?

Claudio ha detto...

@Ipazia: riguardo al sorteggio, ti ricordo che la Carlucci ha una sorella, e la sfiga ci vede benissimo.

OT: linkata pure io, concittadina :)

ipazia ha detto...

claudio: 1. ok che la sfiga ci vedere b benissimo, ma mi rifiuto di credere TUTTE E DUE le sorelle carlucci siano cretine.

2. grazie :-)!

Anonimo ha detto...

Veramente, non è per seminare il panico, le sorelle Carlucci sono TRE (come le streghe nel Macbeth)... dimenticate Anna, quella che faceva da valletta a Rispoli e al prof. Beccaria in "Parola mia"! Oldenburg

Anonimo ha detto...

Le donne dovrebbero essere di più perché sono di più nella popolazione italiana. E credo davvero che avremmo dei rappresentati migliori di quelli che abbiamo ora e che non abbiamo scelto visto che le liste erano bloccate e sono state fatte dai partiti.

Uriel ha detto...

Beh , su un numero sufficientemente alto di persone, non hai bisogno di imporre le quote, se l'estrazione e' casuale.

Il problema e' che , osservando l'attuale composizione degli elettori , ti troverai con le medesime probabilita' di avere la medesima composizione del parlamento OVUNQUE.

Ora, non capisco per quale ragione una regione come l' Emilia dovrebbe trovarsi la stessa giunta della Lombardia, scusa.

Uriel