03 luglio 2008

La lettera di Umberto Eco

da Repubblica
Umberto Eco ha inviato questa lettera a Furio Colombo, Paolo Flores d'Arcais, Pancho Pardi, promotori della manifestazione dell'8 luglio in Piazza Navona.


"Cari Amici,
mentre esprimo la mia solidarietà per la vostra manifestazione, vorrei che essa servisse a ricordare a tutti due punti che si è sovente tentati di dimenticare:

1) Democrazia non significa che la maggioranza ha ragione. Significa che la maggioranza ha il diritto di governare.

2) Democrazia non significa pertanto che la minoranza ha torto. Significa che, mentre rispetta il governo della maggioranza, essa si esprime a voce alta ogni volta che pensa che la maggioranza abbia torto (o addirittura faccia cose contrarie alla legge, alla morale e ai principi stessi della democrazia), e deve farlo sempre e con la massima energia perché questo è il mandato che ha ricevuto dai cittadini. Quando la maggioranza sostiene di aver sempre ragione e la minoranza non osa reagire, allora è in pericolo la democrazia."

hat tip: rosalucsemburg

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sì va bene, professor Eco, ma la maggioranza ha diritto di governare solo se segue la costituzione. Non è un diritto assoluto. Se la maggioranza non segue la costituzione e introduce leggi illegittime allora la minoranza ha il diritto di rivoluzione. Perché il Governo senza Costituzione non è un governo legittimo.
Oldenburg

Dax ha detto...

Forse hai interpretato male le sue parole :). Infatti ha iniziato con: non significa che ha ragione. Era una sottile retorica ;)