06 ottobre 2007

dirlo non dirlo

Tra rosalux, palmiro e cadavrexquis un'interessante discussione. La trovate qui, e qui.
Cosa posso aggiungere? Che comprendo le posizioni di tutti e tre. La sfera della sessualità è privata, dice Palmiro, nessuno può essere costretto a parlarne. Ha ragione. Rosalux e cadavrexquis ne fanno una questione politica e sociale: se un politico rende nota la sua omosessualità compie un'azione con innegabili ricadute positive per tutti gli omosessuali (e non, ricordiamocelo sempre). Hanno ragione.

cadavrexquis spiega molto meglio di quanto potrei fare io perchè ha ragione.

Il mio cuore sta con palmiro, ma la mia ragione con cadavrexquis e rosalux.

4 commenti:

Palmiro Pangloss ha detto...

Per precisione: non nego che il coming out (Rosa? :-P) di un personaggio pubblico - non necessariamente un politico - sia un fatto positivo per la societa' nel suo complesso, non e' questo il mio punto.

rosalux ha detto...

e allora qual è il punto? Spiegami perchè se uno è così conformista da fare outing (:-P) su gay-tv, e fare la verginella pudica su libero, non bisogna prenderlo a pernacchie. Famme capì.

PANELLA CARMELO ha detto...

sono pienamente d'accordo con te

Palmiro Pangloss ha detto...

@Rosalux: Il punto e' che nessuno e' tenuto a dichiarare nulla riguardo alla propria sessualita'. Pensavo fosse chiaro.

@Carmelo: con chi?